Come utilizzare un drone in sicurezza? Guida e consigli

1
2
3
4
5
tech rc Mini Drone Facile da Pilotare con Due Batterie Funzione di Un Pulsante di Decollo/...
Potensic Mini Drone con Telecamera Telecomando Quadricottero WiFi Batteria Rimovibile con...
Potensic Drone con Telecamera Mini Drone Telecomando Quadricottero WiFi Funzione Sospensione...
DJI Ryze Tello - Mini drone ideale per Creare Video con EZ Shots, Occhiali VR e compatibilità...
Drone con Telecamera, Mini Drone con 1080P HD FPV Wi-Fi per Video, Headless Mode/Manutenzione...
tech rc Mini Drone Facile da Pilotare con Due Batterie Funzione di Un Pulsante di Decollo/...
Potensic Mini Drone con Telecamera Telecomando Quadricottero WiFi Batteria Rimovibile con Funzione...
Potensic Drone con Telecamera Mini Drone Telecomando Quadricottero WiFi Funzione Sospensione...
DJI Ryze Tello - Mini drone ideale per Creare Video con EZ Shots, Occhiali VR e compatibilità con...
Drone con Telecamera, Mini Drone con 1080P HD FPV Wi-Fi per Video, Headless Mode/Manutenzione...
9.6
8.8
8.8
8.6
5.6
tech rc
Potensic
Potensic
DJI
Abblie
tech rc Mini Drone Facile da Pilotare con Due Batterie Funzione di Un Pulsante di Decollo/...
tech rc Mini Drone Facile da Pilotare con Due Batterie Funzione di Un Pulsante di Decollo/...
9.6/10
Potensic Mini Drone con Telecamera Telecomando Quadricottero WiFi Batteria Rimovibile con Funzione...
Potensic Mini Drone con Telecamera Telecomando Quadricottero WiFi Batteria Rimovibile con...
8.8/10
Potensic Drone con Telecamera Mini Drone Telecomando Quadricottero WiFi Funzione Sospensione...
Potensic Drone con Telecamera Mini Drone Telecomando Quadricottero WiFi Funzione Sospensione...
8.8/10
DJI Ryze Tello - Mini drone ideale per Creare Video con EZ Shots, Occhiali VR e compatibilità con...
DJI Ryze Tello - Mini drone ideale per Creare Video con EZ Shots, Occhiali VR e compatibilità...
8.6/10
Drone con Telecamera, Mini Drone con 1080P HD FPV Wi-Fi per Video, Headless Mode/Manutenzione...
Drone con Telecamera, Mini Drone con 1080P HD FPV Wi-Fi per Video, Headless Mode/Manutenzione...
5.6/10

Nato originariamente per uso militare per spiare e bombardare il nemico senza il rischio di perdere uomini sul campo, il drone si è progressivamente imposto anche in ambito civile fino a diventare un “compagno” di viaggio  inseparabile per milioni di persone nel mondo, giovani e meno giovani, “nerd” o semplici appassionati. La popolarità di questo fantastico strumento, il cui vero nome è “aeromobile a pilotaggio remoto” (APR) prende, dunque, sempre più piede.

Molti ne hanno sentito parlare in linee generali, ma in questa guida cercheremo di spiegare più in dettaglio di cosa si tratta e quali sono le regole da seguire per utilizzarlo nella massima sicurezza. Può sembrare un gioco, ma non lo è affatto. Un impiego sbagliato e superficiale potrebbe provocare, infatti, danni molto seri. Pertanto le autorità hanno iniziato negli ultimi anni a regolamentare a livello nazionale e internazionale il suo utilizzo.

Cos’e’ un drone e i principali utilizzi

Il drone è considerato a tutti gli effetti dalla legislazione internazionale un aeromobile, anche se non è guidato fisicamente da un pilota. In Italia l’utilizzo di tale strumento è regolamentato dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile). Si tratta di un velivolo di dimensioni più o meno grandi, controllato a distanza in remoto attraverso il “classico” telecomando o per i modelli “evoluti” da computer o app.

In ambito civile il drone vanta ormai centinaia di ambiti di applicazione: funzioni di monitoraggio e di emergenza (catastrofi, controllo del territorio e del patrimonio artistico e naturalistico, ricerca di persone scomparse, sicurezza durante eventi pubblici), scienza (monitoraggio del clima e di zona particolarmente contaminate), trasporto e commercio (la rapidità di movimento, anche in zone difficili da raggiungere, è stata subito notata da grandi gruppi come Amazon che ormai si servono di queste meraviglie volanti per velocizzare i processi di consegna), arte (le fantastiche riprese o fotografie dall’alto sono pane quotidiano per registi ai vari livelli o professionisti che intendono soddisfare al meglio le esigenze dei clienti), hobby (l’incanto del volo ha sempre fatto parte della natura umana e i droni hanno permesso di aprire un nuovo mondo agli appassionati di aeromodellismo di tutto il mondo).

Le norme da seguire per usare un drone in modo sicuro

Come dicevamo, tuttavia, pilotare un drone non è un gioco per bambini ed è fondamentale seguire scrupolosamente le regole stabilite dalle autorità competenti per non provocare danni -potenzialmente molto gravi- a terzi.

E’ importante in tal senso evidenziare la differenza tra volo autonomo e volo automatico in ambito ricreativo. Nel primo caso l’aeromodello vola senza nessuna possibilità di controllo da parte del pilota (ed il volo è sempre vietato), nel secondo, invece, il “conduttore” dispone della totale sorveglianza attraverso il remoto. In questo caso, le norme chiariscono che il pilota può liberare nell’aria il suo gioiello ad una distanza massima di 200 metri (per garantire al 100% il controllo visivo dell’aeromobile) e ad un’altezza che non deve superare i 70 metri.

Un altro fattore che incide sulla facoltà o meno di utilizzo del drone- indipendentemente dall’uso amatoriale o professionale- fa riferimento al peso o alla potenza dell’apparecchio. Superati i 25 kg, infatti, o con una potenza del motore superiore ai 15 Kw, la normativa risulta molto severa e richiede un iter autorizzativo apposito. Al di sotto dei 25 kg, inoltre, i droni possono essere pilotati anche da minorenni, mentre è obbligatorio attendere la maggiore età per quelli più potenti.

L’Enac, a tal proposito, invita ad una regola che dovrebbe valere sempre: il buon senso. Mai “avventurarsi” in volo con modelli potenzialmente pericolosi che potrebbero entrare in contatto con persone o cose senza un’adeguata esperienza alle spalle.

Dopo aver elencato alcune informazioni preliminari, è giunto il momento di fornirti un elenco di buone pratiche da seguire per pilotare il tuo drone in totale sicurezza e nel rispetto delle leggi vigenti. Per ulteriori approfondimenti ti invitiamo a seguire le linee guida dell’Enac.

  • Scegli aree lontane dagli aeroporti e zone sensibili: secondo le attuali regole (da sottolineare, tuttavia, in continua evoluzione), è severamente vietato far volare un drone a meno di 5 km di distanza da un aeroporto per ovvie ragioni di sicurezza e da luoghi di interesse pubblico (stadi, piazze, monumenti storici) o sensibili (carceri, caserme, consolati, luoghi di culto).
  • Libera in volo il tuo drone in aree non popolate: la voglia di dare libero sfogo alla tua passione è comprensibile. Però è necessario, allo stesso tempo, fare estrema attenzione all’incolumità altrui. Evita, dunque, i centri abitati o zone frequentate da altre persone come spiagge o parchi. L’ideale, dunque, è individuare un’area come un campo aperto senza alberi o ostacoli in generale che potrebbero entrare in collisione con l’aeromobile.
  • Non volare di notte o in caso di maltempo: nelle ore notturne si riduce drasticamente il campo visivo ed il rischio di perdere il controllo del mezzo aumenta, pertanto, esponenzialmente. Se piove o c’è forte vento è meglio rimandare ad un altro giorno.
  • Fai attenzione alla privacy: durante il volo, il drone -se dotato di videocamera o fotocamera- potrebbe riprendere soggetti terzi rendendoli identificabili senza che questi ultimi ne siano a conoscenza. In questo caso è necessario maneggiare con estrema cura il materiale e se le riprese sono finalizzate alla pubblicazione è sempre obbligatorio chiedere il consenso previo del soggetto coinvolto. Ovviamente questo discorso non vale per le riprese private che possono essere pubblicate dove e come si ritiene opportuno.

Quando e’ necessaria la patente?

Considerato l’enorme successo riscosso dai droni negli ultimi anni, i legislatori stanno cercando di correre ai ripari per fissare regole chiare sul tema. Tuttavia, al momento, il dibattito sul come e quando sia necessario disporre di un titolo autorizzativo è aperto. Nonostante questo ci sono alcuni punti fermi riconosciuti da tutti.

Se utilizzi il drone solo per divertimento- e sei quindi un hobbista- non è necessario disporre di nessun patentino (che viene rilasciato dall’Enac). Attenzione però: non deve superare i 25 kg. di peso ed i 15 kw. di potenza del motore! Il dronte, tuttavia, deve disporre di una modalità di volo che permetta sempre al pilota di tenerne il controllo fino ad una distanza massima di 200 metri ed un altezza di 70.

Se, al contrario, sei un professionista scatta l’obbligo, indipendentemente dal peso dell’aeromobile. Pur trattandosi dello stesso velivolo, infatti, nel primo caso di parla di “aeromodello”, nel secondo di SAPR (Sistema Aeromobile a pilotaggio remoto).

Sono giornalista pubblicista e sin da bambino ho provato un “debole” per tutto ciò che attiene al mondo della scrittura e della creatività in generale. Mi piace viaggiare e scoprire ogni giorno cose nuove. In un mondo in continua evoluzione non è semplice seguire le ultime tendenze del progresso tecnologico. Per questo bisogna studiare!studiare!studiare!Sempre!

Back to top
Apri Menu
sceltadrone.it